Intervista visuale: rispondere per immagini, usando il potere evocativo delle figure. La protagonista: Eugenia Loli, un’artista complessa, che ha fatto del sarcasmo e della sua passione per la scienza e per le immagini vintage un veicolo di espressione attraverso il collage narrativo. Satirici, politicamente impegnati, altre volte spirituali e psichedelici, i suoi collage si rivolgono a ad un pubblico contemporaneo. Noi ci leggiamo una riflessione sulla condizione umana, in cui è facile trovare degli elementi familiari che permettono di immedesimarsi e di sviluppare un forte sentimento di empatia. Eugenia Loli è la rappresentazione dell’artista contemporaneo, che glissa i circuiti artisti officiali che considera “elitist bullshit” e lascia godere del suo splendido lavoro nel suo Tictail e sul suo profilo Instagram. Quindi poche parole e immergetevi nel potere delle immagini

Qual è il tuo primo ricordo di qualcosa di bello?

No more galaxy for today, Timmy!

Che cosa vedi nel prossimo futuro?

Connection from Phobos to Deimos

Cosa pensi renda un opera d’arte potente?

Rayguns

Nel tuo lavoro usi spesso immagini di donne, con cui esprimi una tua idea di femminilità. Qual è secondo te l’essenza della femminilità?

Tourist’s attraction

Quale credi sia il gesto più coraggioso che un artista può intraprendere in questo momento storico?

DMT Elf

Cosa vorresti che le persone ricordassero dell’artista Eugenia Loli?

Natural History Museum

L'autore

Nicole Tressoldi

Nicole Tressoldi

Laureata e appassionata di sociologia visuale ne ha fatto una missione di vita con nonchalance. Project manager, festival coordinator, event planner, rimane quella bambina secchiona con occhiali, apparecchio e frangia alla Lilli Gruber. Attualmente ama e coordina il Lago Film Fest.