Ho pensato che è incredibile. Non averne ancora parlato intendo. Dopo anni di collaborazione, di nero su bianco, di totale adorazione a quel non colore intenso e lucido. Quello, per me, della femme fatale per eccellenza, del fascino irresistibile. Una volta era consigliato aver la pelle olivastra per scegliere determinate tinte, oggi moltissime donne risultano interessanti pur avendo la pelle di luna. Lunghi, medi, corti tagliati a boule. Lisci come spaghetti, ondulati e con frange squadrate. E’ il volto che spicca in quella cornice, esplodono gli occhi sia scuri che chiari e la bocca.

Che poi tutte le streghe delle fiabe abbiano chiome corvine non è un caso. Siete avvisati.

A’ la prochaine

fbe4516afacc3157f1b609e515167396 f549fd27ec607ab2354dc45b3ba20046 b75ef5cd599471c6ed8e87b27adff69d 538cdc95b89e7665c860a4fab67dfca7 49f2bbd37e27554ba84e24d3f4ae47d7 65eb020afb63877d3144749ce78f5e20 8a5d35326da403c83f8511e02360a1c6 9b044851cb58b96f3e426fcddec0bc1c abfa4bc92c296c8e5a6e03b763ed0956 1fee421795b003dcc9a77e5b3a7438f6 7d894ce5d42a0fc1177bf0ddbad2eb37

L'autore

Claudia Tasca

Claudia Tasca

Creativa attiva, Claudia è laureata in archeologia e lavora come fashion assistant.